GESTIONE CAMPAGNE DI EDUCAZIONE AL CONSUMO CONSAPEVOLE

Comunicazione al consumatore ed educazione alimentare e al consumo consapevole sono uno dei punti di forza di Ri.nova.

Per raggiungere il maggior numero di utenti/consumatori utilizziamo tutti gli strumenti disponibili sul web quali Facebook, Instagram, YouTube, newsletter, webapp, siti dedicati, ecc.


REFERENTE DEL SERVIZIO
Massimo Brusaporci mbrusaporci@rinova.eu

In cosa consiste il servizio

Ri.nova si occupa da sempre di comunicazione al consumatore e di educazione alimentare e al consumo consapevole. Per raggiungere il maggior numero di utenti sono utilizzati tutti gli strumenti disponibili sul web: Facebook, Instagram, YouTube, newsletter, webapp, siti dedicati, ecc.
Gli obiettivi di tale attività sono molteplici: creare uno o più canali di comunicazione diretta con il pubblico di riferimento (target da definire), fidelizzare il pubblico sui canali, fornire informazioni sul prodotto (caratteristiche qualitative, differenze con gli altri prodotti, ecc.) e sulle metodologie di produzione, creare gruppi di interesse, invitare all’acquisto e alla prova del prodotto.

Come lo facciamo

La comunicazione è realizzata da un community manager che gestisce le pagine create ad hoc sui principali social media in relazione al target che si vuole coinvolgere. Le pagine sono gestite nel rispetto degli obiettivi e delle priorità individuate in accordo con responsabile di filiera, responsabile di progetto e responsabili dell’azienda capofila o beneficiaria del contributo. Con gli stessi referenti viene concordato anche il piano editoriale e il target di consumatori da coinvolgere.
Di seguito i principali social media che possono essere utilizzati:
- Facebook è il social che ha il target più ampio e variegato.
- Instagram, che facendo uso di foto, video stories e reels, attrae maggiormente le fasce di età più giovani.
- YouTube, facendo uso di video (anche di lunga durata, ha un pubblico molto ampio e variegato.
- Tik Tok è il social che attrae maggiormente i più giovani.
- Linkedin è pensato per network professionali, è il canale ideale per promuovere il proprio business.
Per accrescere il numero dei “like” alle pagine e degli utenti interessati possono essere predisposti post a pagamento e sponsorizzazioni e/o possono essere coinvolti influencer, video blogger o youtuber.
Per tutta la durata del progetto il piano editoriale può prevedere uno o più post settimanali o a cadenza regolare per fornire agli utenti informazioni su caratteristiche dei prodotti, produzione (filiera dal campo alla tavola, stagionalità), commercializzazione e consumo. Il community manager mantiene regolari contatti con i responsabili del progetto per discutere il piano editoriale e condividere nuove idee, gestendo (sempre in accordo con i responsabili) segnalazioni, domande, commenti e/o altre questioni esposte dagli utenti.
Per poter elaborare al meglio la campagna informativa è previsto lo studio e l’analisi del settore (organizzazione, componenti produttive e tecnologiche, tipologie di prodotti disponibili, studio dei consumi, ricerca di prodotti simili, ecc.).

Perché il cliente lo deve volere

L’utilizzo di questi “nuovi e innovativi” strumenti può fornire punteggi aggiuntivi ai piani di divulgazione in aggiunta agli strumenti classici quali: siti internet, newsletter, pubblicazioni, depliant, ecc.
L’utilizzo di questi strumenti può portare a raggiungere un maggiore numero di utenti e target specifici.
Il community manager collabora alla redazione del piano di divulgazione proposto e alla descrizione di strumenti e prodotti previsti.

A chi si rivolge

Il servizio si rivolge ad imprese produttive, consorzi, associazioni del settore ortofrutticolo e agroalimentare che vogliono raggiungere target nuovi e fare una maggiore pubblicità ai propri prodotti.

ARGOMENTI

SOSTENIBILITÀ ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCAZIONE ALIMENTARE EDUCAZIONE AMBIENTALE CONSUMO CONSAPEVOLE BRAND AWERNESS ECONOMIA CIRCOLARE